Ca' Milla si trova anche su youtube con il canale Camyplace. Segui i nostri video e guarda la vita nell'azienda e sulle rive del Po. Ques'oggi ti proponiamo il video sui primi passi dell'azienda, il campo delle erbe officinali e il peperoncino di cajenna da esiccare con il contorno di una splendida vista sul fiume Po...



Top Panel
Martedì 19 Set 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
  • lilac style
You are here: Home Attività Visite area Foce Tidone

Visite area Foce Tidone

Stampa PDF

L’area a foce Tidone è un ambito territoriale molto prezioso, da tutelare e valorizzare. Il progetto originario ideato dal paleontologo Simone Maganuco e l’agronoma Sara Marazzi sta per essere implementato con visite guidate (con persone esperte) a questa ampia zona una decina di ettari circa tutelata come SIC (sito di interesse comunitario) ricca di habitat protetti che vanno da formazioni erbacee agli argini melmosi ai boschi “galleria” di salici e pioppi.

Il progetto mira a creare percorsi da fruire nei momenti di fioritura degli alberi, scattare fotografie e raccogliere frutti da essiccare. Tutto il materiale dovrebbe poi essere messo a disposizione degli enti locali e delle scuole e raccolto in un CD e in una guida. Tutta la zona di foce Tidone si inserisce nella località Veratto, oggi inglobata nella frazione di Santimento, anticamente era invece un vero e proprio paese che si estendeva dalla foce del Tidone al corso del Po. Qui si trovava un antico porto a cui attraccavano navi provenienti da Venezia e dal Mediterraneo e da dove partivano le carovane con le merci per l’interno del territorio piacentino. A Greso, oggi sotto il comune di Sarmato, si teneva un famoso mercato di scambio.

Le continue piene del Po nei secoli modificarono profondamente il territorio tanto che ad un certo punto, verso metà del 1700, si decise di deviare il corso del Tidone, che correva parallelamente al Po e di immettere l’affluente nel fiume principale molto più a monte. Una piena disastrosa che succedette al “taglio” del corso del Tidone provocò l’ingresso del Po nel letto del torrente, la distruzione di buona parte dell’abitato di Veratto che venne inesorabilmente separato tra due comuni, Sarmato e Rottofreno.

Per organizzare visite guidate potete contattarci, saremo lieti di supportarvi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.